2 marzo 2016

Un progetto olistico

,
Mauro

Per olismo si intende comunemente un “tutt’uno”, una “totalità” di fattori complessivi. Un punto di partenza teorico basato sull’idea che le proprietà di un sistema complesso non possono essere spiegate e quindi sviluppate senza conoscere a fondo le sue diverse componenti, le sue diverse sfaccettature.

 

Un tipico esempio di struttura olistica è l’organismo biologico. Un corpo, un essere vivente, in quanto tale, va considerato sempre come un’unità-totalità non esprimibile con l’insieme delle parti che lo costituiscono. Esistono infatti, in medicina, medici “specialisti”, che si occupano della salute di un singolo organo o di una singola parte del corpo, marginalizzando o comunque sopportando i così detti effetti collaterali derivati dalla cura del singolo organo a scapito degli altri, mentre nella medicina olistica, il medico organizza il suo pensiero in maniera tale da far tornare in armonia ed in salute l’intero corpo umano.

 

Lavoro olistico

Anche il lavoro d’equipe crea situazioni olistiche

“Anche una macchina, in molti casi, non essendo esprimibile come una sommatoria funzionale delle sue parti, deve essere considerata olistica. Di un oggetto che vola, che resta e si muove per aria come l’aeroplano, ad esempio, è difficile dire che funzioni come “somma dei suoi componenti”. Esso infatti, come sommatoria funzionale delle sue parti, non sarebbe identificabile con un “oggetto che vola”. ”

 

Progettare un oggetto con un criterio di puro design può non essere sufficiente ad esaudire un bisogno o un desiderio, mentre un Holistic Designer tiene conto di più fattori, a partire dall’esaminare attentamente il suo interlocutore, il suo cliente, cercando di coglierne la psicologia e la sua aspettativa, immaginando un contesto dove l’oggetto o gli oggetti andranno inseriti. Conta l’aspetto economico, l’eco sostenibilità, la reperibilità dei materiali, la tecnologia a disposizione ecc.

 

Progettazione olistica

I diversi aspetti da tenere in considerazione in fase di progettazione

Il ruolo del designer è in evoluzione, come tutto, e quindi il prossimo passo di crescita potrebbe essere proprio questo: il raggiungimento dello status di Holistic Designer, o per dirla in italiano, il Progettista Olistico, colui che si avvicina ad un progetto con un approccio olistico.

3 Commenti

Aggiungi commento

  1. ale.gar1@hotmail.it'

    Ciao Mauro, che dire? Assolutamente, totalmente d’accordo con te! COndivido in pieno il tuo pensiero e la tua visione ed è per questo che all’architettura “tradizionale e tecnica” ho unito “l’essenza e il feng shui”. Fortunatamente si mischiano i sapere e si ampliano le conoscenze! Il Feng SHui è una mappa della nostra casa, che come uno specchio riflette la nostra vita. Ciò che non fluisce dentro casa non fluisce dentro di noi.
    “Siamo uniti in una rete energetica con la quale interagiamo e che ci condiziona, sapere come comunicare armonicamente con tutto il resto è olisticamente progettato”
    Alessia Garziano

  2. anna.nv61@gmail.com'

    “Olos”: il tutto, l’intero.
    Visione olistica, negli ultimi tempi fortunatamente di grande attualità, netta contrapposizione della visione dicotomica e frammentata che porta tendenzialmente a separare la coscienza dalla materia, il maschile dal femminile, il corpo dalla mente e dallo spirito, causa dell’attuale crisi sociale ed esistenziale. Con la visione olistica si realizza che nell’essere umano il corpo non può prescindere dalla mente, ogni organo è strettamente correlato all’altro, a beneficio dello stato emozionale e mentale della persona. L mia consapevolezza olistica infatti è iniziata con la medicina che riconosce in una delle sue principali caratteristiche il prendersi cura di se stessi e quindi, alimentarsi in modo più naturale e meno inquinato, purificare le proprie emozioni e i pensieri negativi, comprendere le ragioni profonde delle proprie azioni con l’obbiettivo unico di portare benessere non al singolo organo ma alla totalità del corpo. Partendo da questo concetto, non posso che essere concorde alla applicazione di questa innovata visione delle cose a tutto ciò che necessita di una progettazione che arriva a fondersi con un ‘sistema’ più ampio, ” OLISTICO”, cioè che unisce tutto non prescindendo dalle singole parti che lo compongono. …Pienamente d’accordo con Mauro sulla visione progettuale totalitària per un risultato UNICO.

  3. info@mauroolivieri.it'

    Grazie Anna e grazie Alessia per il prezioso contributo. Il progetto è in evoluzione. Qui si è dato spazio ad un approccio “generalizzato” sul tema, mentre più in là andrò più sui dettaglio. Intanto una citazione di Enzo Mari: L’artista è colui che da forma a un valore collettivo in cui tutti si riconoscono” … work in progress

Lascia un commento

La vostra mail non sarà pubblicata

*