29 maggio 2017

Nasce un nuovo Rossese di Dolceacqua

, , ,

SOLDANO – Certo, il vino si fa in vigna e, poi in cantina. A noi designer spetta il ruolo di renderlo identificabile chiaramente tra le migliaia di bottiglie diverse che si trovano in commercio.

Un’etichetta, che deve ovviamente seguire tutte le indicazioni richieste dalla Legge, ma dove il tocco del design può aggiungere valore a ciò che rappresenta un prodotto della terra e del lavoro dell’uomo.

 

Design e comunicazione, aggiungendo al progetto un sito web dedicato, che anche in epoca di social selvaggio resta fondamentale quanto un biglietto da visita da esibire in fase di relazioni pubbliche.

Si, ma, cosa c’è nella bottiglia? Il frutto fermentato di uve Rossese di Dolceacqua che sotto il nome dell’Azienda Agricola E Prie raccoglie il succo di 3000 metri di vigneti del “cru” Ai Pini e parte del “cru” Fulavin, che di metri quadri ne conta 65oo e, che è in grado di fornire la materia prima per uno dei Rossese più piacevoli e beverini della denominazione.

L’annata 2016 conterà 4300 bottiglie, tanto per cominciare, perché il produttore -Lorenzo Anfosso-ha solo 21 anni. Figlio di Alessandro Anfosso e Marisa Perotti -già proprietari della Tenuta Anfosso- si propone come novità assoluta e di rilievo sulla DOCG Rossese di Dolceacqua.

 

e prie, prossimamente anche on web

Lascia un commento

La vostra mail non sarà pubblicata

*