14 aprile 2016

Le Terre d’Italia e L’alta Cucina di Giorgio Servetto

, , , , ,
Villa della Pergola

ALASSIO – Nel nuovo ristorante “n9ve”inserito nella magnifica Villa della Pergola nascono creazioni legate anche alle nuove Terre dall’Italia Roi-Bessone-Olivieri. In vista della prossima edizione di Meditaggiasca che si volgerà a Taggia il prossimo 14-15 maggio si affinano ricette che i diversi chef proporranno al pubblico. A Meditaggiasca il tema sarà ovviamente l’oliva di queste terre, mentre in questo caso Servetto ha invece dimostrato l’ecletticità delle tre Terre di Langa, di Portofino e Taggiasca, inserendole con originalità in preparazioni tutt’altro che banali (non come dessert) come il torcione di foie gras alle spezie dolci con con chutney di mele e Terra di Langa. Per la Terra di Taggiasca ha “inventato” un giardino dell’entroterra popolato da piccole e tenere lumache in umido, mentre la Terra di Portofino ha dato spessore e profondità ad un grande piatto a base di anatra, con rape bianche in acqua di tartufo e profumo d’arancia.

DSC_6772

Giorgio Servetto

Terra e tartufi …

Giorgio Servetto

Le Terre vanno dosate e usate con parsimonia

Giorgio Servetto

Le lumache nei giardini dell’entroterra

DSC_6830

Giorgio Servetto

La base su cui saranno posate le lumache

Giorgio Servetto

Ecco invece l’elegante torcione di foie gras alle spezie dolci con chutney di mele e Terra di Langa

Giorgio Servetto

E infine la “Canard Portofino”, al profumo d’arancia, con acqua di tartufo, rape bianche e Terra di Portofino

Giorgio Servetto

La gradinata di glicine che conduce al Ristorante Nove di Villa Della Pergola.

Villa della Pergola

Villa della Pergola

foto gdf

Lascia un commento

La vostra mail non sarà pubblicata

*