30 aprile 2016

Le Terre Dall’Italia di Roi e la cucina di pesce di Stefano Terenzi

, , ,
Hanbury

La versatilità di queste Terre ce la vuole di nuovo dimostrare anche il giovane Stefano Terenzi, da qualche tempo al comando della piccola grande cucina di pesce che si serve giornalmente in questo delizioso ristorante di Ventimiglia, a due passi dalla Stazione Ferroviaria.

Hanbury

La sala con specchi e pietra a vista del Ristorante Hanbury di Ventimiglia

Il patron Pasquale di Nuzzi non fa compromessi e mette a disposizione del proprio chef prodotti degni di una clientela di habitué che non manca di ritornare sempre con maggior frequenza ai tavoli della raccolta sala interna o contendendosi i tavoli all’aperto, nella rinnovata Via Hanbury, sempre più pulita e curata da quando è stata chiusa al traffico dei veicoli.

Hanbury

Un immagine degli anni’60 di Via Hanbury

Con queste terre, ormai lo sappiamo, sarebbero più facili da realizzare i dolci, ma anche le carni e i primi piatti si sono dimostrati assai disponibili ad accogliere sentori e consistenze terrose. Ancora diverso sarà accostarle alla delicatezza di pesci e crostacei, ma dalle immagini già si intuisce che anche questo test ha avuto buon successo.

Hanbury

Gambero di Sanremo al vapore su crema di rapanelli e Terra di Portofino

Hanbury

Triglie farcite di Terra di Taggiasca e tuffate in crema di caprino con broccoletti disidratati

Hanbury

Medaglioni di pescatrice bardati di lardo e arrostiti. Crema di piselli e Terra di Langa, puntarelle croccanti … patate al forno

Hanbury

Con i dessert possono essere aggiunte tutte, indistintamente queste Terre. Il risultato sarà comunque ottimo.

Menù Manuel

La Terra dalla Taggiasca

Hanbury

Il Patron del Ristorante Hanbury di Ventimiglia, Pasquale di Nuzzi

foto gdf

Lascia un commento

La vostra mail non sarà pubblicata

*