13 gennaio 2017

Il risveglio delle coscienze

, , ,

Il Guardiano dell’anno 3000 ci conduce in un viaggio nel passato. Come dice l’autore – l’architetto e artista sanremese Elio Markese- in una sorta di viaggio nell’archeologia spaziale, immaginando che il condottiero di ferro, alluminio e vetro, ci porti a riscoprire i reperti della civiltà umana ormai scomparsa sul Pianeta Terra.

_DSC6723

Restano questi reperti, da sondare e spiegare con gli occhi e la cultura degli scienziati di un’altra civiltà. Il percorso porta verso un finale che potrebbe essere un nuovo inizio. Documentando artisticamente, senza retorica, semplicemente mettendo di fronte – a specchio – l’uomo e le sue azioni sulla terra.

_DSC6725

Il percorso tracciato è ben spiegato, dall’inizio alla fine, attraverso scritti, video e le immagini delle opere qui di seguito elencate. Si legge in silenzio nelle righe e tra le righe.

_DSC6728

_DSC6729

3000

Acqua di mare

_DSC6731

3000

La sabbia

_DSC6735

3000

La roccia pesante

_DSC6737

3000

La roccia leggera

_DSC6741

3000

La terra

_DSC6744

3000

Acqua potabile

_DSC6747

3000

Il vetro

_DSC6750

3000

Le foglie nel vento

_DSC6754

3000

Il metallo

3000

Il legno

_DSC6758

3000

Il petrolio

_DSC6762

La plastica

La plastica

3000

3000

Il fumo

_DSC6768

_DSC6773

3000

L’uomo, ciò che resta

_DSC6776

3000

Le orme

_DSC6778

_DSC6780

3000

Sanremo. Forte di Santa Tecla

Lascia un commento

La vostra mail non sarà pubblicata

*