25 maggio 2016

Eros Mammoliti e il Moscatello di Taggia

, , ,
Eros Mammoliti

CERIANA – Comprendere e poi raccontare un vino non è così difficile. Per farlo però è fondamentale andare a vedere dove questo vino nasce e conoscere il viticoltore, l’uomo che fa il vino, perché se è in parte vero che un vino nasce in vigna, le attenzioni che l’uomo riserva al proprio territorio è comunque fondamentale, così come il suo “savoir faire” in cantina, per non rovinare tutto il lavoro di un anno in vigna con qualche approssimazione di lavorazione in cantina, dal momento della raccolta del frutto maturo in poi.

Eros Mammoliti

Eros Mammoliti tra le vigne di casa

Non è neppure così complicato sviscerare i profumi di un vino, quando ci si cala con curiosità nel panorama botanico in cui le vigne sono piantate, in questo caso anche da più di un secolo, e perfino a piede franco, così da non perdere nulla del nutrimento che le piante attingono dalle loro radici più profonde, piantate su un terreno straordinario dal punto di vista del ph : circa 4.

Eros Mammoliti

Tra le vigne centenarie a piede franco, quindi senza innesto …

Un esempio lampante può illuminare la mente annusando prima l’aria che circola tra questi giardini e queste vigne, dove tanti tipi di agrumi sono presenti, così come un vasto assortimento di erbe aromatiche. Quindi cosa cercare in un bicchiere di Moscatello di Taggia Passito se non l’essenzialità di un aroma di agrumi dolci e maturi, che in questo caso sarà individuabile nel mandarino più dolce e maturo immaginabile, unito a qualche spaesante tono esotico, tipico di molti passiti, mentre il mandarino è proprio peculiare a questo raro straordinario vino dolce.

Eros Mammoliti

Oltre al limone di Sanremo, anche molti altri agrumi qui si sono perfettamente acclimatati

L’esperienza e la cultura, la passione e la conoscenza profonda della materia, pressoché universitaria, ha dato modo al solare Eros Mammoliti di ritrovare l’originale e storico vitigno e di ripiantarlo (insieme ad una dozzina di altri vignaioli associati) e vinificarlo in maniera tale da renderlo riconoscibile e identificativo del suo territorio.

Eros Mammoliti

Il bicchiere di Passito con il logo identificativo dell’Associazione produttori, che sono ormai 13

Le quantità sono irrisorie, ma quel che conta è la qualità del prodotto che farà da traino agli altri vini che si producono da queste parti. Molto buona e altrettanto originale è la versione secca, che associa il profumo di fiori a quello di alcune erbe aromatiche spontanee. Oltre al Moscato e Moscatello, Eros Mammoliti -l’uomo che parla alle viti- coltiva e vinifica al meglio anche Vermentino, Rossese e Ciliegiolo; che concorrono al completamento della micro-produzione dell’Azienda Agricola, che si declina su altre tre etichette che rivelano la presenza nel primo di solo Vermentino, mentre il rosato è stato ricavato da una pressatura leggera di Rossese. Rossese che rientra invece in maniera più tradizionale nell’uvaggio con il Ciliegiolo.

Eros Mammoliti

Gli altri vini di Mammoliti: il bianco, il rosato e il rosso: Vermentino, Rossese rosato e l’uvaggio di Rossese e Ciliegiolo.

Ma la punta di diamante resta il Moscatello di Taggia Passito. Per ottenere un vino così fine, puro, autorevole ma senza cadere nello stucchevole (15 gradi° di alcol e zuccheri da gestire con cautela …) non si possono usare trucchetti o scorciatoie. Il frutto va raccolto al punto di maturazione desiderato da Eros, che monitorizza per mesi il progresso e lo sviluppo della medesima, evitando di perdere la sufficiente acidità, quella che se carente renderebbe poi il vino squilibrato.

Il frutto verrà posato in cassette e messo ad appassire nella terrazza di casa, ben ventilata, rivoltando ogni giorno (per settimane) ogni singolo grappolo, privandolo di ogni chicco che si presenti alterato. Fatto ciò, quando la concentrazione zuccherina sarà quella voluta, si presserà (con difficoltà) il frutto medesimo, il cui liquido fermenterà spontanemente e in brevissimo tempo, conservando ogni profumo. Il resto lo farà il lavoro di cantina, piccolissima ma pulitissima, dove convivono piccole botti in legno e contenitori in acciaio; e tutto ciò necessario per produrre un grande vino, orgoglio e prestigio di un territorio.

Eros Mammoliti

Il Moscato Passito, in mezza bottiglia, e quello secco in formato da 0,75. Abbinamento consigliato per il Passito? Terrina di foie gras. Per il secco del prosciutto crudo di Parma.

Eros Mammoliti

Il numero irrisorio di bottiglie prodotte di Passito

Eros Mammoliti

Un po’ più elevato il numero di bottiglie per la versione secco, tra le migliori espressioni in Italia sul tema specifico di un Moscato secco

Eros Mammoliti

In cantina, dove tutto è proporzionato alla produzione che quasi mai supera le 5000 bottiglie all’anno

_DSC8830

Eros Mammoliti

Le cassette dove verranno collocati i grappoli di Moscatello

Eros Mammoliti

La terrazza dove si metteranno le cassette

Eros Mammoliti

Piante centenarie a piede franco

Eros Mammoliti

Azienda agricola Mammoliti
Comune: Ceriana (IM)
Indirizzo: Via Provinciale Sud 160 Ceriana CAP: 18034
Telefono: 338/1681609 – email eros.mammoliti@libero.it

foto gdf per Mauro Olivieri blog

 

Lascia un commento

La vostra mail non sarà pubblicata

*